Dedalo Edizioni
Marrone Stivaletti 0cm Pelletessile Sara Bunker Donna 2 0r4jv 3 xqf4wROw

You are here: Home » Guardare indietro per guardare avanti » Aldo Tortorella: Il regresso è stato pauroso. Nuove strade bisognava e bisogna percorrere per difendere la democrazia e il lavoroCon Consegna Grigio Borbonese Scarpe Borse Gratuita pxHPOFAqnw

| 14 Luglio 2018 | Comments (0)

 

Ecco il testo dell’intervento pronunciato da Aldo Tortorella il 7 luglio alla celebrazione dei caduti nella strage di Reggio Emilia del 1960, tenutasi anche quest’anno per iniziativa della Camera del Lavoro, del Comune e della Provincia di Reggio.

Noi celebriamo oggi il sacrificio dei caduti di Reggio Emilia del 7 Luglio del 1960. Dobbiamo farlo certamente per essere vicini ai familiari per cui la perdita non cessa di dolere. Ma credo che sia giusto chiedere a noi stessi se noi stiamo svolgendo solo un rito privato ricordando la tragedia di un tempo perduto e dimenticato per sempre. Di quel 7 luglio non ci sono quasi più testimoni se non i vecchi come me che allora dirigevo l’Unità di Milano e mi precipitai qui a Reggio in quel pomeriggio d’angoscia per scrivere della strage. Ho visto che la Camera del Lavoro ha voluto ristampare la mia testimonianza e ho rivissuto la stessa angoscia di allora quando mi portarono all’ospedale a salutare i caduti e c’erano ancora le grida di Tondelli che fu l’ultimo a morire. Inermi assassinati, mirati come in un tiro al bersaglio, mi dicevano tutti. E nessuno, poi, verrà condannato per quella strage. Ma ci sono molti che dicono – e forse molti di più lo pensano senza dirlo – che non ha senso riaprire quelle vecchie ferite dopo tanto tempo, ora che di quella realtà di allora non c’è più niente. Qui da noi sono scomparsi tutti i vecchi partiti e anche una parte di quelli nuovi, l’Italia, l’Europa, il mondo sono radicalmente cambiati nei mezzi di produzione e di comunicazione, nei costumi e nelle culture, vecchie potenze sono cadute e altre sono sorte.

Ma invece io credo che abbia un gran significato ricordare la rivolta soprattutto giovanile contro la costruzione di un governo che si reggeva sul voto dei neofascisti, eredi dichiarati di coloro che avevano portato il paese in guerra al servizio della Germania nazista, una guerra di aggressione e dunque in se assurda e criminale e finita poi in una totale sconfitta, più di cinquecentomila caduti solo in Italia, il paese distrutto, il popolo alla miseria e alla fame e un pugno di pescicani arricchiti. Una guerra costata il genocidio degli ebrei e del popolo rom, la carneficina di 70 milioni di morti, 23 milioni solo in Russia, cifre impossibili da immaginare. E ci sono ancora oggi taluni che propagandano le idee fasciste e naziste . Lasciarli fare la loro opera infame proibita dalla Costituzione non è solo una vergogna, è un pericolo grave, come vediamo. Sono loro i primi a diffondere lo sciovinismo cioè il nazionalismo ostile a tutti gli altri, l’odio alla democrazia, il razzismo.

Il tempo cancella tutto, si dice. Ma il tempo da solo non capovolge la memoria. C’è stata una campagna sistematica di contraffazione della verità. Incominciata da anni contro la Resistenza, prima con la svalutazione e poi con la diffamazione. Una ricerca dell’ANPI ha contato in Internet più di 2000 siti apertamente fascisti che insultano la Resistenza, diffamano la Repubblica democratica, fanno proseliti con le loro menzogne. I più ignorano che i tribunali della repubblica composti per lungo tempo, dopo la liberazione, da magistrati entrati in carriera sotto i fascisti hanno comminato in processi a partigiani un numero di anni di galera superiore a quello dei tribunali speciali dei fascisti contro gli antifascisti. L’amnistia fu applicata ai fascisti ma quasi mai ai partigiani. Ed è successo che tanti innocenti come il vostro, il nostro Germano Nicolini hanno passato la giovinezza in galera condannati per colpe mai commesse com’era evidente subito ma sarà riconosciuto solo più di dieci anni dopo o per episodi di guerra come Moranino. Poi è venuto il tempo in cui in nome della pacificazione si è detto che sono uguali tutti i caduti nella lotta di liberazione da una parte e da quella opposta perché tutti sono caduti per il loro ideale. Ma questa non era pacificazione ma rovesciamento della verità storica a fini evidenti. Certo tutti i morti meritano eguale pietà, ma non sono eguali i motivi per cui sono caduti . C’è chi è morto per conquistare la libertà e chi è morto per confermare la tirannide.

La lotta non finì con la Liberazione. Appena varata la Costituzione, che fonda sul lavoro la Repubblica democratica, incominciò l’attacco per smantellarla e, quindi, la lotta per difenderla. E proprio per difendere la libertà e la Costituzione ci fu la discesa in campo di tanti giovani a fianco dei partigiani e dei lavoratori in quell’estate del 1960 a Genova prima e poi in tutta Italia. I portuali e gli operai di Genova spontaneamente erano scesi in strada contro l’annuncio del congresso dei neofascisti indetto per sfregio in un teatro di fronte al sacrario dei partigiani , un congresso che avrebbe dovuto essere presieduto dal prefetto repubblichino di Genova Basile, detto il boia, colpevole dell’assassinio per rappresaglia di tanti antifascisti detenuti e della deportazione nei lager tedeschi di migliaia di operai dell’Ansaldo. Come risposta alla protesta popolare, il governo autorizzò le forze dell’ordine a sparare in caso di emergenza. Ma non c’era nessuna emergenza ad Agrigento dove ci fu il 6 luglio il primo caduto sotto il fuoco di Stato e meno che mai c’era emergenza a Reggio il giorno dopo. C’era la grande manifestazione pacifica indetta dalla Camera del lavoro, un teatro che non conteneva i manifestanti , i canti partigiani davanti al monumento ai caduti partigiani la carica improvvisa e ingiustificata di un reparto di polizia allora tristemente famoso. E sono rimaste le prove fotografiche di poliziotti, molti dei quali venivano dalle file fasciste, che prendono la mira contro i manifestanti inermi.

Pepe A1zl Zaino Patrizia Triangolare Azure C701 Borsa Nylon 2v7794 qwavUat Pepe A1zl Zaino Patrizia Triangolare Azure C701 Borsa Nylon 2v7794 qwavUat

Ricordare, dunque, è certo un dovere verso i caduti. Farioli, Franchi, Reverberi, Serri, Tondelli erano andati ad una manifestazione pacifica, non volevano fare gli eroi, volevano fare solo quello che ritenevano un dovere civico e un obbligo morale ma proprio per questa loro coscienza inerme pagata con la vita vanno iscritti tra i martiri della libertà e della democrazia. Ricordare, però è anche una necessità dell’oggi. Fino all’ultimo referendum di un anno e mezzo fa, che ripeteva quello di pochi anni prima, è stato necessario lottare, e la CGIL ha lottato, per evitare lo stravolgimento autoritario della costituzione, ma la battaglia è ben lontana dall’essere conclusa.

La predicazione contro la democrazia rappresentativa è iniziata da quando è nata nell’età antica ed è rinata nell’età moderna ma non è mai finita. Certo, la democrazia rappresentativa pone molti problemi anzi, come disse quel conservatore di Churchill, è il sistema peggiore a parte tutti gli altri che sono ancora peggio. Per questo fu detto che la democrazia è un valore universale da un uomo e un politico indimenticabile come è stato Enrico Berlinguer. Ma è un valore fragile esposto alle insidie dei padroni del vapore che non si fanno scrupolo di limitarlo sino ad affossarlo quando pensano che li può danneggiare. Fascismo e nazismo non furono l’opera di due demagoghi ma delle cassi dominanti del tempo, che promossero la dottrina dell’uomo forte, finendo con l’esserne dominati o con l’esserne distrutti come accadde a certuni della grande borghesia ebraica che non avevano capito cosa fosse il nazismo e il fascismo.

La demagogia vince quando ci sono cattivi governi che non sono capaci di intendere i bisogni popolari, come insegnava già il filosofo 2500 anni fa. Ma la demagogia è sempre stata, come la storia dimostra, uno strumento per dirottare verso falsi obiettivi il disagio o la sofferenza popolare in modo da lasciare intatte le gerarchie sociali. La democrazia vive di confronto, di rispetto reciproco, di discussione sui rimedi migliori. Quando inizia la semina della paura, dell’odio per il diverso, del disprezzo della vita di chi non è come noi, allora il pericolo cresce. Ricordiamoci del sermone di quel pastore luterano tedesco che ispirò Brecht : “prima vennero a prendere gli zingari e non dissi nulla perchè rubacchiavano…..” e poi presero gli ebrei, e poi gli omosessuali e poi i comunisti e c’era sempre un motivo per tacere finchè non presero lui , come accadde veramente, e , allora, “non c’era più nessuno che protestasse”. Quante poche voci di indignazione si sono levate per le ultime stragi di centinaia di persone nel mare davanti alla Libia.

Ma siamo noi gente bianca che con i nostri antenati andammo a depredare l’Africa, a uccidere con i gas asfissianti, a torturare, a impiccare e che oggi manteniamo al potere con il neo colonialismo, come quello francese, governanti corrotti e tirannici o generiamo nuove guerre come in Libia e in Siria, per poi lamentarci degli esodi biblici. L’Europa, comprese le forze che si ritengono progressiste, ben prima degli sbarchi dei migranti, è stata sorda e cieca dinnanzi alla disperazione e alla tragedia di popoli interi che dovevamo aiutare con uno sforzo collettivo a risanarsi a risorgere anziché sfruttarli vergognosamente per le materie prime.

Non illudiamoci. In tutto questo andare a destra del mondo, nella ripresa degli egoismi nazionali, delle chiusure in se stessi, della ripresa delle guerre sui dazi, la posta in gioco è sempre la stessa. Il miliardario Trump ha ottenuto il voto di masse diseredate, trascurate da chi avrebbe dovuto difenderle e ha conquistato il potere per conservare e aumentare i soldi suoi e della sua classe. La lotta di classe non è l’invenzione di un barbone dell’800 ma un dato della realtà e se coloro che dovrebbero difendere i lavoratori, i precari, gli sfruttati, gli ultimi, si girano dall’altra parte per non vedere, qualche altro leggerà il loro disagio e lo utilizzerà per il comodo suo. Come sempre le chiusure nazionaliste servono a impedire il riconoscimento della comunanza di interessi tra i lavoratori di tutto il mondo per continuare a dominarli, fino a trascinarli a spararsi addosso gli uni contro gli altri.

I martiri di Reggio ci dicono anche questo. Due giovani, tre partigiani, tutti cinque operai. Persero la vita, ma vinsero. Il governo con i fascisti cadde. La costituzione antifascista fu salvata. Seguì un tempo di grandi conquiste di diritti sociali e civili. E’ tutto questo che è stato sotto attacco a partire dalla svolta conservatrice degli anni ottanta in America e in Inghilterra. Tante forze che avevano il dovere di resistere hanno gravemente ceduto. Non ha ceduto il sindacato, non ha ceduto la CGIL, non ha ceduto l’ANPI e tante altre organizzazioni e tante persone pur diverse per appartenenze. Il mondo è nuovo, nuovi sono i metodi e i mezzi della produzione, nuovi sono molti lavori ma non è mutata la pressione sui lavoratori, il ricatto, lo sfruttamento. Un economista di successo ha detto che Marx è attuale perchè nel mondo nuovo i rapporti sociali sono tornati ad essere simili a quelli dell’800. Ritengo che non sia attuale e studiato solo per questo. Ma è vero che il regresso è stato pauroso. Nuove strade bisognava e bisogna percorrere per difendere la democrazia e il lavoro, ma senza dimenticare quanto ci fu di utile e giusto nelle lotte e nei sacrifici del passato. Il modo migliore di onorare i nostri compagni caduti è di essere fedeli al loro insegnamento perché non insegnano solo i professori. Andarono in piazza per il dovere di stare dalla parte della libertà, della democrazia, del popolo lavoratore. E’ questo dovere che non bisogna mai smarrire.

 

Category: Guardare indietro per guardare avanti, Pepe Azure Triangolare Borsa Nylon Zaino Patrizia C701 A1zl 2v7794Politica

About Aldo Tortorella: Aldo Tortorella è nato a Napoli il 10 luglio 1926. Trascorre la giovinezza e gli studi tra Genova e Milano. Mentre è studente universitario, diviene un membro attivo della Resistenza italiana milanese e del Pci e viene soprannominato "il partigiano Alessio". Viene imprigionato, ma riesce poi a fuggire e arriva a Genova, partecipa alla resistenza come dirigente del Fronte della Gioventù, quindi alla Liberazione diviene giornalista dell'edizione genovese de l'Unità, con il ruolo di caporedattore. Dopo la liberazione dell'Italia e la fine della seconda guerra mondiale assume ben presto ruoli importanti nel PCI (tra i pochi della sua generazione). Diventa vicedirettore de L'Unità di Genova, poi direttore di quella di Milano dal 1958 al '62. In seguito diviene segretario della Federazione milanese del PCI, e poi del comitato regionale lombardo. Dal 1970 al 1975 è direttore nazionale dell'Unità. Nel 1972 viene eletto per la prima volta deputato, ruolo che sarà riconfermato sino al 1994. Durante la segreteria di Enrico Berlinguer (alla cui corrente interna appartiene) diventa responsabile delle politiche per la cultura del PCI. Assumerà un profilo piuttosto critico verso il "compromesso storico", mentre sarà favorevole all'"alternativa democratica" e alla proposta di una "questione morale" da parte del segretario comunista. Tempo dopo è responsabile per le questioni dello Stato, ed anche membro dell'ultima segreteria di Berlinguer e poi di quella Natta. Nel 1989, quando il segretario del PCI Achille Occhetto propone la trasformazione del partito e l'abbandono dell'ideologia comunista, Tortorella è uno dei primi firmatari - assieme ad Alessandro Natta e Pietro Ingrao - della 'mozione 2', che insieme alla '3' costituisce il "Fronte del No", ovvero l'insieme di comunisti contrari al cambiamento di nome, simbolo e ideologia. Tra il XIX e il XX congresso nazionale del Pci, Tortorella diviene presidente del partito. Nel 1991 la cosiddetta Svolta della Bolognina sancisce in ogni caso la trasformazione del PCI in Partito Democratico della Sinistra; Tortorella rimane comunque nel nuovo partito e, insieme a Giuseppe Chiarante, guida da allora la componente detta dei comunisti democratici. Dal 1992 rileva, con altri militanti e dirigenti già del PCI, la vecchia rivista di partito Critica marxista, chiusa dopo la nascita del PDS. Nel '94 decide di uscire dal Parlamento italiano, dopo aver ricoperto per 20 anni il ruolo di deputato. Tortorella assiste anche all'ingresso del PDS nell'esecutivo (nel 1996, col primo governo Prodi) e alla sua evoluzione (nel 1998) nei Democratici di Sinistra, dopo l'assorbimento di altre piccole forze politiche da parte dello stesso PDS. In questa fase fa ancora parte della corrente di sinistra del partito, riconducibile a Giovanni Berlinguer. Il 27 giugno 1998 fonda con Giuseppe Chiarante ed altri l'Associazione per il Rinnovamento della Sinistra (ARS).Quando nel 1999 scoppia la guerra del Kosovo, il governo con a capo il presidente dei DS Massimo D'Alema decide di sostenerla, mettendo a disposizione della NATO le basi militari italiane. Aldo Tortorella, profondamente contrario all'intervento militare, il 1º aprile 1999 scrive una lunga lettera al neosegretario dei DS Walter Veltroni spiegando di voler rassegnare le sue dimissioni dal Comitato Direttivo del partito, «per il pieno e radicale dissenso verso l'appoggio dato fin qui alla guerra, che andava e va condannata da ogni punto di vista, appoggio deciso senza alcuna consultazione con gli organismi dirigenti»[. Nell'ottobre 1999 è tra i promotori della mozione di sinistra per il I Congresso nazionale dei Democratici di Sinistra che si sarebbe celebrato nel gennaio 2000. Al Congresso Tortorella sarà eletto membro della Direzione Nazionale. Al successivo congresso del novembre 2001 Tortorella, con Chiarante, rifiuterà di essere rieletto in DN pur rimanendo solidale con la sinistra DS. Dal 2000-2001 l'ARS di Tortorella e Chiarante ha seguito e partecipato con interesse ai Social Forum dei neonati movimenti no global. Attualmente l'associazione è impegnata su vari fronti: ha preso posizione contro il governo Berlusconi e le sue politiche, ma ha più volte ribadito la continuità fra queste ultime e quelle approvate dai governi di centrosinistra, che giudica come inadeguate; sostiene tuttora l'attualità della "questione morale" proposta da Enrico Berlinguer, organizzando tra l'altro vari seminari e convegni sulla sua persona. Ha inoltre visto con favore vari progetti (come la rete associativa Uniti a Sinistra di Pietro Folena, o la Camera di consultazione della sinistra di Alberto Asor Rosa) che avessero come fine una sinistra critica, autonoma, unitaria, in alternativa alle forze moderate e centriste. L'organo dell'ARS rimane ancora oggi la rivista di Critica Marxista. Nel settembre del 2005 Aldo Tortorella, durante la promozione di un convegno sulle origini della "questione morale", ha giudicato molto duramente la scalata della compagnia di assicurazioni Unipol alla BNL, oltre ai vertici DS coinvolti nello scandalo (caso Bancopoli).

If you enjoyed this article, subscribe to receive more just like it.

Subscribe via RSS FeedUqzwi Ecopelle Trussardi Neither Cuo At Pochette Ischia Bei ZqXWa6B

Leave a Reply


Vera Donna In Zaino Ufficiale Borse Stefania Pelle vX8HHx


If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.

Maurizio Landini - Forza Lavoro

25 Uomo Buon Borsa Armani Bag Verde Tracolla A Mercato Jeans W40PqnPH7

Ultimate Tag Cloud

Adele Pesce Adriano Olivetti Alda Merini Angelo Vassallo Argentina Uscita Borsa Armani Scuro Con Arancione Tracolla Sacco A Jeans Donna UwwqEr Aulo Crisma Termica Borsa Pranzo Lunch Freezable Picnic Bag Nuovoware Da d5qxwzq basi militari Bergamo Berlinguer Braccialini Braccialini Borse Outlet Cartoline Outlet Borse Cartoline Braccialini Borse Cartoline Cartoline Outlet Borse Borse Braccialini Braccialini Cartoline Outlet UZAwCq Borsa Exchange Con Papavero Catena Rossa Rosso Tracolla A Armani pRUHSaBrasile Burundi Carlo DoglioC701 Triangolare Zaino Patrizia Pepe A1zl Nylon 2v7794 Borsa Azure Cina Coalizione sociale Collettivo Hobo Colombia coop Cuba Curdi Dalai Lama fly Per Bloch Economico Lo Marca Negozi Più Di Sarenza Shopping 4YzfwqR Disabilità Poco Stile E Costoso Barts Monili Di Retrò zaino Vendi Sacchetto qTwt8HwY Dopo iil referendum Beige Martini “borsa Borse Alviero Collezione Donna 7xqAnwC Ebola Scarpe Rete Sportiva Sconti L'intera Jeans Armani Camminata qEwpIZF Elezioni 2013 Elezioni Grecia Ellis Eternit Expo Shopping Tote Bag Blu Borsa Sintetica Jeans Donna Pelle Trussardi CSnqF404

Pepe A1zl Zaino Patrizia Triangolare Azure C701 Borsa Nylon 2v7794 qwavUat

Fiat Firenze Franca Rame Gentilezza Germania Giappone Global social Forum di Tunisi Tracolla Uscita A Nuovi Sconto Borse Con Prodotti Manici fZqzwI1 Fox 11 Storie Della Di Life Merito Donna E Festa Su Donne qtOwRBorse Martini E Alviero Articoli Moda News Pourfemme rqnrx5R Hong Kong Ilva India Industria 4.0 Jazz Borsa Martini A Geo M Spalla Gl4694710061 Alviero AqUaqpITw jobs act Keynes L'altra Emilia Romagna La vittoria di Trump Lampedusa Trussardi Minute Borse Aspen Last Jeans aw74aH0y2xs0nx Jeans Vernice Layla Nero B00119 In Negozio Trussardi Borsa Ot0w1qC Le ragioni del NO Luisa Muraro Mafie Marina Montella Borsa Shopper 2v5517av63 Donna A Verticale Spalla Patrizia Pepe 6dAqaATz Messico Movimento del '77 Murale Di Vittorio Napoli Nigeria No Tav Papa Francesco Parenzo Parigi Paris Pensioni PKKBorsa Patrizia Zaino C701 Pepe 2v7794 Nylon Triangolare A1zl Azure Podemos Politica Protezione animali Renzi Rom Sanità Scozia Se non ora quando Siria slow food Spagna Stefano Cucchi Suicidi Svezia Terna terremoto Thailandia Tolosa Torino Treviso Tsipras Tunisia turchia Patrizia Pepe Azure C701 2v7794 Borsa Triangolare Nylon Zaino A1zlVassallo Venezia Venezuela Vilmo

Categorie

  • altro
  • Ambiente
  • Animali e piante
  • Archivio
  • Arte e Poesia
  • Carceri
  • Cibi e tradizioni
  • Culture e Religioni
  • Dibattiti
  • Dichiariamo illegale la povertà
  • Martini Tracolla Alviero Bag Borsa Messenger Unisex Moka 1q6B1wIKR
  • Documentari
  • Donne, lavoro, femminismi
  • Dossier
      Latina Pittia Ottica Occhiali Da Sole Lt Wn8ERq1Ygw
    • Bartleby a Bologna
    • Bruno Amoroso e la rivista "Inchiesta"
    • Elezioni europee 2014
    • Elezioni politiche 2013
    • Fondazione Claudio Sabattini
    • Luciano Gallino e la rivista "Inchiesta"
    • Musica e scienza
    • Paolo Prodi e la rivista "Inchiesta"
    • Pier Cesare Bori e la rivista "Inchiesta" C701 Azure Pepe Zaino Nylon 2v7794 A1zl Triangolare Borsa Patrizia
    • Pino Ferraris e la rivista"Inchiesta"
    • Roberto Roversi e la rivista "Inchiesta"
    • Viaggio nella crisi italiana
    • Vite, lavoro, non lavoro delle donne
    • Vittorio Rieser e la rivista"Inchiesta"
    • World social forum
  • Economia
  • Economia solidale, cooperativa, terzo settore
  • Editoriali
  • Fare Inchiesta
  • Fumetti, racconti ecc..
  • Gialli e noir
  • Guardare indietro per guardare avanti
  • Guerre, torture, attentati
  • Lavoro e Sindacato
  • amp; Guess Borse Line Outlet Sito On Accessori Milano Ufficiale 5q6rxq1
  • Libri e librerie
  • Migrazioni Quellogiusto Saffiano Jeans Marrone Trussardi Panna Borsa Bauletto w8XYcBP
  • Movimenti
  • Musica, cinema, teatro
  • Nuovi media
  • Osservatorio America Latina
  • Osservatorio Cina
  • Osservatorio comunità montane
  • Osservatorio Emilia Romagna
  • Osservatorio Europa
  • Osservatorio internazionale
  • Osservatorio Milano
  • Osservatorio Palestina
  • Osservatorio Sardegna
  • Osservatorio Sicilia
  • Osservatorio Stati Uniti Borsa Triangolare C701 2v7794 A1zl Pepe Patrizia Azure Nylon Zaino
  • Osservatorio Sud Italia
  • Osservatorio sulle città
  • Osservatorio Tibet
  • Politica
  • Precariato Coreana Versione Semplice Di Borsa Estate Borsa Della Borse dqqxH7B
  • Psicologia, psicoanalisi, terapie
  • Ricerca e Innovazione
  • Scuola e Università
  • Sport e giochi
  • Storia della scienza e filosofia
  • Video
  • Welfare e Salute

Blogroll

Archivi

Borsa 2v7794 Triangolare Pepe Patrizia C701 Azure Nylon Zaino A1zl
  • marzo 2019
  • febbraio 2019
  • gennaio 2019
  • dicembre 2018
  • novembre 2018
  • ottobre 2018
  • settembre 2018
  • agosto 2018
  • luglio 2018
  • Nylon Triangolare Borsa Pepe A1zl Zaino Azure Patrizia 2v7794 C701
  • giugno 2018
  • maggio 2018
  • aprile 2018
  • marzo 2018
  • febbraio 2018
  • gennaio 2018
  • dicembre 2017
  • novembre 2017
  • ottobre 2017
  • settembre 2017
  • agosto 2017
  • luglio 2017
  • giugno 2017
  • Donna Mano Tracolla Coccinelle C1pp6180301 Colore Con Ocra Borsa A 7Rxw1qU1
  • maggio 2017
  • aprile 2017
  • marzo 2017
  • febbraio 2017
  • gennaio 2017
  • dicembre 2016
  • novembre 2016
  • ottobre 2016
  • settembre 2016Valigeria Messenger 24 Borsa Eastpak it Rosa L Amazon Sv0nqxZ
  • agosto 2016
  • luglio 2016
  • giugno 2016
  • maggio 2016
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • dicembre 2015
  • novembre 2015
  • ottobre 2015
  • settembre 2015
  • agosto 2015
  • luglio 2015
  • giugno 2015
  • maggio 2015
  • aprile 2015
  • marzo 2015
  • Mano A 5i48j1 Donna 17 Borsa Profondità Cm 100 Guess tq6zT
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • Borsetta Qualità Ottima Posh Gear Borse Da Donna Borsalinda qOvHvwnXS
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014
  • aprile 2014
  • marzo 2014
  • febbraio 2014
  • gennaio 2014
  • dicembre 2013
  • novembre 2013
  • ottobre 2013
  • settembre 2013
  • agosto 2013
  • luglio 2013
  • giugno 2013
  • maggio 2013
  • aprile 2013
  • marzo 2013
  • febbraio 2013
  • gennaio 2013
  • dicembre 2012
  • Borsa Tracolla Delle Borse Shopper A Signore Fucsia Luxe Guess qwqg7FBT
  • novembre 2012
  • ottobre 2012
  • settembre 2012
  • agosto 2012
  • luglio 2012
  • giugno 2012
  • maggio 2012
  • aprile 2012
  • marzo 2012
  • febbraio 2012
  • gennaio 2012
  • dicembre 2011
  • Triangolare Borsa Nylon Patrizia Azure A1zl Zaino 2v7794 Pepe C701
  • novembre 2011
  • ottobre 2011
  • settembre 2011
  • agosto 2011
  • luglio 2011
  • giugno 2011
  • maggio 2011
  • aprile 2011
  • marzo 2011
  • dicembre 2010
  • ottobre 2010
  • settembre 2010
  • agosto 2010
  • giugno 2010
  • aprile 2010
  • 2v7794 Borsa C701 Azure Triangolare Nylon Patrizia A1zl Pepe Zaino
  • dicembre 2009
  • novembre 2009
  • settembre 2009
  • dicembre 2008
  • settembre 2006
  • giugno 2005
© Inchiesta 2019. All rights reserved. | Business WordPress Themes